Come stampare da smartphone

Come stampare da smartphone Android o iPhone con stampante Wi-Fi o no, con Cloud Print e con tecnologia NFClunedì 17 febbraio 2020

Ormai i dispositivi mobili sono dei computer in formato ridotto, il quadro sarebbe completo se riuscissi anche a stampare direttamente da smartphone. Ebbene, il bello è che è finalmente possibile riprodurre su stampante un documento, una mail o un'immagine che hai nel telefonino Android o iPhone senza passare dal computer. La nota dolente è che hai bisogno di seguire un iter preciso e di effettuare una serie di operazioni preliminari.
Questa guida si pone lo scopo di chiarire tutto ciò che ruota attorno alla stampa diretta da smartphone, sia che tu disponga di una stampante con modulo Wi-Fi sia che tu abbia invece una stampante tradizionale. In effetti ora è possibile appoggiarsi a una sorta di stampante virtuale (lo vedremo a breve, Google Cloud Print) che faccia da ponte tra il tuo telefonino e la stampante, anche nel caso che tu non sia a casa e non abbia la periferica in vista. Sembra futuristico, ma è reale e ti saranno chiariti tutti i passaggi sequenziali senza fare salti.

Come stampare da smartphone Android con stampante non Wi-Fi



Collegare il telefonino Android alla stampante


La stampa da dispositivo mobile Android è agevolata di molto dal servizio Cloud Print di Google, ma una premessa al riguardo è d'obbligo. Negli ultimi anni l'ascesa del cloud computing è stata così travolgente che quasi tutti gli esperti del settore sono concordi nel dire che il Cloud rappresenti una delle rivoluzioni tecnologiche più importanti del decennio 2011-2020.

Per quel che riguarda il processo di stampa, il cloud computing mette a tua disposizione una stampante virtuale che fa da ponte tra il tuo telefonino e la stampante in uso, anche se si tratta di un modello tradizionale di periferica. Considera però che per sfruttare il Cloud Print di Google dovrai collegare la tua stampante a un computer connesso a Internet oppure al router di casa/ufficio.

A questo riguardo ti basti sapere che la tua stampante collegata al computer può essere usata mediante il telefono a condizione che il PC sia acceso e sia inoltre connesso alla stessa rete dello smartphone da cui vuoi stampare. A eccezione naturalmente della stampa via Cloud Print, per la quale è sufficiente che il computer sia acceso.

Configurare la stampante e collegarla a Google Cloud Print


Una volta collegata la stampante al computer oppure al router domestico, apri sul PC il browser Google Chrome. Nel caso in cui tu navigassi con un browser differente, dovrai necessariamente andare sul sito internet di Google Chrome e scaricare il programma sul tuo PC. L'operazione è gratuita e in genere dura una manciata di secondi. Se richiesto, chiudi ogni programma in esecuzione e riavvia il computer dopo aver effettuato l'installazione del nuovo browser.

Installato Google Chrome, dovrai creare un account Google (ne hai già uno se disponi di un indirizzo di posta elettronica Gmail) ed effettuare l'accesso cliccando sul pulsante in alto a destra della Home Page di Google. Se non hai ancora un account Google, dovrai crearne uno compilando l'apposito form e quindi effettuare l'accesso. Creare questo account e scaricare Google Chrome sono operazioni preliminari e necessarie se vuoi configurare la tua stampante e usufruire di Cloud Print. Del resto l'insieme delle operazioni non ti porterà via che qualche minuto.

Ora, hai creato l'account Google e sei loggato. A questo punto dovrai seguire una serie di semplici operazioni:


  • clicca sull'icona dei tre puntini a semaforo in alto a destra

  • seleziona la voce Impostazioni

  • nella schermata successiva, apri il menu a tendina in fondo che trovi alla voce Avanzate

  • scorri in basso fino a trovare la voce Stampa e seleziona Google Print

  • clicca su Gestisci dispositivi Google Print



A questo punto avrai a che fare con una pagina web che ti indicherà automaticamente se sono disponibili delle stampanti collegate alla rete. Per associare la tua periferica non dovrai fare altro che cliccare sul pulsante Aggiungi Stampanti all'interno della sezione Stampanti Classiche. Pochi secondi e avrai l'elenco delle stampanti eventualmente collegate al computer. Se questa lista include più stampanti, dovrai scegliere quella su cui d'ora in poi intendi stampare con più frequenza da smartphone Android.

Quando appare la pagina web con l'avviso Grazie sei pronto per stampare, avrai ultimato la configurazione della tua stampante con Google Print. Anche se fai uso di più computer, sarà sufficiente effettuare questa operazione di aggiunta stampanti su di un solo dispositivo, onde evitare di creare duplicati. Ciò che farà fede sarà il tuo account Google, grazie al quale potrai stampare da smartphone Android indipendentemente dal computer utilizzato. Se desideri che qualcun altro condivida la tua stampante e possa elaborare stampati da smartphone, ti basterà cliccare su Condividi Stampanti e poi spuntare la voce che consente ad altre persone di adoperare la tua periferica.

Stampare da smartphone con Cloud Print di Google


Un ultimo passaggio per poter avviare il processo di stampa direttamente da telefonino: vai sull'app Play Store dello smartphone Android e scarica l'app Cloud Print. Si tratta di un'applicazione leggerissima e cioè che occupa pochissimi MB della memoria del tuo smartphone.

A installazione completata, fai tap sull'interruttore alla voce Cloud Print: ti sarà resa disponibile una lista delle stampanti in uso. Fai tap su Impostazioni, dove figurerà il tuo account Google e la voce Gestisci Stampanti. Quest'ultima raccoglie l'insieme delle stampanti di tua proprietà.

Seleziona la stampante che vuoi utilizzare per stampare da smartphone. Se hai eseguito tutte queste operazioni correttamente, sarai informato che la stampante è online e pronta per lavorare. Nel caso in cui vorrai condividere la periferica con altre persone, ti basterà fare tap su Aggiungi Persone.

Ebbene, le operazioni preliminari sono belle che finite. Ora potrai andare sulla schermata del documento, la mail o l'immagine che desideri stampare. Fai tap sull'icona dei tre puntini a semaforo in alto a destra dello schermo del tuo smartphone e poi fai tap su Stampa all'interno del menu a tendina.

Avrai ora a che fare con l'anteprima di stampa, dove potrai scegliere di stampare l'intero documento o soltanto alcune pagine, il numero di copie da effettuare e l'orientamento della carta. Dal menu a discesa devi ancora una volta selezionare la stampante pronta all'uso e infine fare tap sull'icona di stampa in alto a destra. E voilà, partirà immediatamente il processo di stampa.

Considera però che per stampare una pagina web da Google Chrome dovrai fare tap sull'icona dei tre puntini a semaforo e poi su Condivi, quindi cercare Stampa. Naturalmente, d'ora in avanti non dovrai più ripetere le operazioni preliminari e quindi l'avvio della stampa da telefonino via Cloud Print sarà immediato.

Questo iter è valido per chi dispone di un telefonino Android 4.4 e versioni successive, mentre per stampare da una versione di Android 4.3 e precedenti dovrai:


  • aprire la pagina da stampare

  • fare tap su Condividi

  • fare tap su Google Cloud Print

Servizi per la stampa da Cloud Print con Android


Potrai stampare i tuoi documenti, le immagini e le foto da qualsiasi stampante Cloud. Non dimenticare che per avviare questo particolare processo di stampa, ti appoggi a una stampante virtuale che fa da ponte. Per questo motivo potrai operare ovunque vorrai. Per esempio, sei in coda alla cassa del supermercato e hai urgenza di stampare un documento? A stampante accesa e connessa al tuo computer, potrai tranquillamente avviare il processo di stampa da remoto. Al rientro a casa o in ufficio, troverai i tuoi fogli ordinatamente impilati nel vassoio di uscita.

L'app Cloud Print ti consente anche di tenere traccia dello stato dei processi di stampa precedenti. Se invece qualche tuo amico o collega ti invita a condividere la sua stampante, ti basta aprire il link di invito da indirizzo elettronico. Puoi condividere la stampante con un'altra persona o con un gruppo di persone, purché dispongano di un account Google.

Anche dal Google Print del tuo computer collegato sempre al tuo account Google (alla voce Processi di Stampa), potrai visualizzare l'elenco dei documenti e dei file che hai stampato precedentemente da smartphone ed eventualmente quelli che hai condiviso. Se sei solito condividere la stampante con un gruppo di lavoro, puoi assegnare ad essa un nuovo nome che sia riconoscibile da tutti.

Il servizio di Cloud Print ti permette anche di salvare in Google Drive le pagine web di Google Chrome che magari hai intenzione di stampare in un secondo momento. Ecco come procedere:


  • vai sulla schermata della pagina web da salvare

  • fai tap su Condividi e quindi sull'icona della stampante

  • fai tap sul menu a tendina in alto

  • seleziona la voce Salva in Google Drive

  • scegli se salvare l'intero documento oppure soltanto le pagine che ti interessano



In questo modo potrai salvare un file senza doverlo stampare, ma al tempo stesso potrai riunire in un unico spazio tutto ciò che in seguito avrai necessità di stampare, magari a casa e in tutta calma. Se hai a che fare con documenti di una certa rilevanza e ti stai chiedendo se l'impiego di una stampante ponte come Cloud Print sia sicuro, ebbene sappi che Google utilizza per questo servizio una connessione protetta. Ciò significa che Big G può memorizzare le informazioni sul processo di stampa, ma di sicuro non memorizza i contenuti dei tuoi file. Dopo l'elaborazione della stampa, il documento viene definitivamente rimosso dai server di Google.

Come stampare da smartphone Android con stampante Wi-Fi


Stampa da smartphone tramite wifi

Stampare con Google Cloud Print


Se disponi di una stampante con modulo Wi-Fi le cose si semplificano di molto. Tanto per cominciare, dovrai collegare la tua stampante wireless alla rete e, se non lo hai già fatto, ti rimando alla guida dettagliata per la configurazione della stampante Wi-Fi su PC o Mac.

Ora puoi procedere sia con Google Cloud Print, sia scaricando l'app del produttore della tua stampante. Nel primo caso dovrai verificare che il tuo modello di stampante sia compatibile con Cloud Print e potrai appurarlo andando sull'elenco delle Stampanti Cloud all'indirizzo www.google.com/cloudprint/learn/printers.

Se la tua periferica supporta il servizio Cloud Print dovrai procedere alla configurazione nell'apposita pagina. Ogni produttore di stampanti te ne fornisce le istruzioni dettagliate. Per esempio, se sei in possesso di una stampante Wi-Fi della Epson dovrai procedere così:


  • vai al pannello di configurazione della stampante attraverso il suo indirizzo IP

  • clicca su Servizi di Cloud Print

  • segui le istruzioni


Dopodiché sarai in grado di avviare il processo di stampa da smartphone Android su stampante Wi-Fi nel modo descritto sopra (per stampanti non Wi-Fi).

Stampare con le app del produttore


In alternativa puoi ricorrere all'app fornita dal produttore della tua stampante Wi-Fi e fare a meno del servizio ponte offerto da Cloud Print. In questo caso però il telefonino e la stampante dovranno essere collegati alla stessa rete Internet. Innanzitutto dovrai installare sullo smartphone l'app dedicata. Tra le più utilizzate per la stampa diretta da telefonino Android, figurano:


  • HP ePrint

  • Epson Print

  • Samsung Mobile Print

  • Canon Print Service

  • Brother Print Service


Una volta installata l'app in questione, vai sulle impostazioni del tuo smartphone per assicurarti che il plug-in sia stato abilitato correttamente. In alternativa puoi aprire l'app fornita dal produttore e attendere la ricerca della stampante connessa. Per avviare il processo di stampa da smartphone dovrai:


  • aprire il file interessato

  • fare tap su Condividi

  • selezionare il nome dell'app

  • sfiorare il nome della stampante in uso

  • seguire le istruzioni per le impostazioni di stampa

Come stampare da iPhone, iPad e iPod touch


Stampa da iPhone con Apple Airprint

Stampare con AirPrint


Le cose si fanno ancora più semplici nel caso in cui tu volessi stampare direttamente da iPhone, ma devi innanzitutto verificare se la tua stampante supporta la tecnologia AirPrint di Apple. In caso affermativo, ecco come dovrai procedere:


  • vai alla schermata del file da stampare

  • fai tap sull'icona del quadratino trafitto da una freccia

  • vai su Stampa all'interno del menu che compare

  • seleziona la stampante compatibile con AirPrint

  • avvia il processo di stampa



Stampare con Printer Pro Lite


Printer Pro Lite


Se non disponi di una stampante che supporta AirPrint e vuoi procedere all'acquisto di un modello, ecco una breve guida alla scelta di una stampante. In caso contrario, l'alternativa è rappresentata dall'app Printer Pro Lite che dovrai scaricare nella memoria del tuo iPhone. A installazione avvenuta, apri la schermata principale dell'app e fai tap su Aggiungi Stampante. A questo punto le vie da percorrere sono due. Se disponi di stampante Wi-Fi, il suo nome apparirà nella lista dei dispositivi connessi alla rete. Se invece hai usato il cavetto per collegare la tua stampante al computer, allora devi seguire queste istruzioni:


  • fai tap su Non in Elenco

  • fai tap su App Desktop

  • scarica l'applicativo Printer Pro sul tuo computer

  • clicca su Già Installato sul tuo iPhone

Come stampare da smartphone con le app



Stampare con Breezy Print


Stampare con Breezy Print


L'app gratuita Breezy rappresenta una valida alternativa a Google Cloud Print e ti consente di stampare da Android sia con una stampante Wi-Fi sia con stampante USB. Inizia installando sul PC il programma The Breezy Home Connector e successivamente scarica su smartphone o tablet l'app Breezy Print. Segui quindi queste operazioni:


  • effettua il login dell'account della app

  • fai tap su Select what to Print per scegliere cosa stampare

  • seleziona il file, la pagina web o l'immagine da stampare

  • fai tap su Select a Printer per selezionare la stampante in uso

  • fai tap su Print in alto a destra per avviare il processo di stampa




Stampare con PrinterShare


Stampare con PrinterShare


Se disponi di un modello di stampante particolarmente vecchio o di difficile configurazione e non riesci a usare Cloud Print di Google, puoi ricorrere all'app di prova gratuita PrinterShare che è disponibile sia per Android sia per iOS. Questa applicazione ti consente di stampare da telefonino anche in assenza di computer, a condizione però che la stampante e lo smartphone siano connessi alla stessa rete.

Il pregio di questa applicazione è che supporta quasi tutti i modelli di stampante, senza contare che puoi scegliere cosa stampare direttamente dalla schermata principale dell'app. Seleziona Photos se desideri stampare una delle foto in galleria, Contacts per stampare la scheda di uno dei tuoi contatti, E-mail per stampare testi e allegati dei messaggi di posta, Shared per stampare i file condivisi. Effettuata la scelta del file e selezionata la stampante in uso, potrai visualizzare l'anteprima di stampa, regolare le impostazioni e infine avviare il processo di stampa.


Stampare con Printer 2 Go


Stampare con Printer 2 Go


Per stampare direttamente da smartphone o tablet senza un computer, puoi utilizzare l'app Printer 2 Go. Si tratta di un'app gratuita per Androd, ma è previsto un costo per sbloccare tutte le funzionalità. L'applicazione è disponibile anche per iPhone, ma in questo caso non è gratuita. Puoi utilizzare Printer 2 Go su qualsiasi stampante wireless o collegata mediante cavo o Bluetooth. Oltretutto non c'è limite a ciò che potrai stampare, dai documenti alle foto, dalle pagine web alle e-mail, fino al registro delle chiamate.

Come stampare da smartphone in PDF



Stampare con Google Drive


Se non disponi al momento di una connessione Internet o non hai tempo di eseguire la configurazione di Cloud Print di Google, potresti stampare una pagina web da smartphone Android in formato PDF. Ti basterà visualizzare la schermata da stampare e fare tap sull'icona dei tre puntini a semaforo collocata in alto a destra. Nel menu a discesa devi selezionare sempre la voce Condividi e quindi fare tap su Cloud Print. Nel menu a tendina che si aprirà dovrai selezionare la voce Salva in Google Drive. Una volta a casa o in ufficio potrai stampare da smartphone il file salvato in PDF. Il procedimento è praticamente identico a quello visto sopra, perché in questo caso Cloud Print si integra con il servizio di Google Drive.

Stampare con Happy2Print


Anche delle app come le su menzionate Epson Print e Canon Print Service ti consentono di stampare da smartphone in PDF con un semplice tocco, ma naturalmente puoi farlo soltanto se disponi rispettivamente di una stampante Epson o Canon. Altra storia con l'app gratuita Happy2Print, che è stata creata da HP ma è compatibile con tutta una serie di stampanti di altri marchi. Particolarmente semplice da usare, quest'applicazione rileva la stampante in completa autonomia e ti consente di avviare il processo di stampa in pochissimi secondi. Ricorrendo a Happy2Print, potrai stampare anche il registro delle chiamate, i messaggi di testo e i calendari del tuo telefonino.

Stampare foto da smartphone con app esterne


Se non possiedi una stampante a colori o semplicemente desideri mettere insieme un album old style con gli scatti più belli del tuo telefonino, potresti ricorrere a un servizio esterno e ricevere direttamente a casa il tuo personale book fotografico. Grazie all'app FreePrints, potrai stampare fino a 45 foto al mese nel formato 10x15 cm. Pagherai soltanto le spese di spedizione e imballaggio, se non richiederai foto aggiuntive.

L'app PhotoSì ti permette di stampare gratis fino a 50 foto al mese e ti dà la possibilità di ricevere un vero fotolibro o stampare le tue foto su tazze, quadri e calamite. Interessante anche la proposta dell'app LaLaLab, per mezzo della quale potrai stampare a pagamento immagini provenienti direttamente dal tuo profilo Instagram o Facebook. Con l'app Cheerz avrai modo di stampare foto nel formare preferito, ivi compreso quello vintage tipo polaroid, e su tutta una serie di materiali come la tela vintage e le calamite di ogni forma.

Hai stampato da telefonino foto o immagini e hai notato che i colori delle stampe sembrano leggermente diversi da quelli che appaiono su schermo? Sei in buona compagnia, questa discrepanza non è dovuta né a un problema tecnico della tua stampante né tantomeno a un difetto della tua vista. La differenza di resa cromatica è legate alle differenti tecnologie sfruttate da monitor e stampante per rappresentare i colori. Se interessato all'argomento, ecco nei dettagli perché i colori stampati sono diversi da quelli a video.

Come stampare da smartphone in Wi-Fi Direct, Bluetooth e tecnologia NFC



Stampare da smartphone in Wi-Fi Direct


Quando avrai collegato il tuo telefonino alla stampante come spiegato sopra e ti sarai impratichito a sufficienza, sarà un gioco da ragazzi gestire le tue stampe da smartphone con pochi tocchi. Vero è che le stampanti dotate di connettività senza filo non sono tutte uguali. Molti modelli sono ormai dotati di modulo Wi-Fi Direct, grazie al quale potrai inviare un documento o un'immagine da dispositivo mobile e stamparla immediatamente.

La differenza rispetto a quanto visto con le stampanti con connettività Wi-Fi semplice è che non avrai bisogno di appoggiarti a un router wireless o alla funzione hotspot per collegare telefonino e stampante, né tantomeno dovrai passare attraverso una stampante ponte come Cloud Print di Google. Ti dirò di più: non occorre neanche che entrambi i dispositivi siano dotati di connettività Wi-Fi Direct. È sufficiente che uno solo dei due device supporti il modulo Wi-Fi Direct perché tu possa avviare il processo di stampa da smartphone in men che non si dica.

Oltretutto non ti servirà neanche una password per mettere in comunicazione diretta il tuo telefonino e la stampante con connettività Wi-Fi Direct. D'altra parte potrai elaborare un processo di stampa anche nel caso in cui la stampante sia provvista di connettività Wi-Fi semplice e il tuo smartphone invece sia fornito di modulo Wi-Fi Direct. Per capire se il tuo telefonino possiede questa preziosa funzione, ti basterà accedere alle impostazioni, selezionare l'opzione Wireless e Reti e andare alla ricerca della voce Wi-Fi Direct all'interno delle impostazioni avanzate. Per connettere il tuo smartphone con modalità Wi-Fi Direct alla stampante dotata di connettività Wi-Fi semplice, sarà sufficiente controllare i dispositivi abilitati in zona. Successivamente ti basterà accettare la richiesta di connessione sulla stampante.


Stampare da smartphone con Bluetooth


La stampa in Wi-Fi Direct ti avrà fatto venire in mente il caro vecchio Bluetooth. Per cui è bene sapere che è possibile attivare il processo di stampa anche sfruttando il collegamento via Bluetooth tra stampante e telefonino. È sufficiente che entrambi i dispositivi siano dotati di connessione Bluetooh. In questo modo potrai stampare da telefonino senza passare dal computer, ma naturalmente il Wi-Fi assicura velocità di trasferimento superiori.

Per elaborare la stampa, dovrai attivare sia il Bluetooth della stampante sia quello del dispositivo mobile. Dopodiché dovrai procedere al cosiddetto accoppiamento (pairing) ed eventualmente inserire la password. Se sarà il telefono a trovare la stampante, è quest'ultima che dovrà confermare l'accoppiamento, o viceversa. Una volta stabilito il collegamento, potrai stampare da smartphone Android procedendo così:


  • seleziona il file da stampare

  • fai tap su Condividi

  • seleziona Bluetooth

  • scegli la stampante accoppiata

  • invia il file alla stampante accesa e pronta all'uso

Come stampare da telefonino con un solo tocco



Stampare con tecnologia a corto raggio NFC


Per stampare con Bluetooth è necessario che i dispositivi siano preventivamente accoppiati, mentre la tecnologia NFC ti consente di stampare da dispositivo mobile con un solo tocco: è sufficiente avvicinare telefonino e stampante con tecnologia NFC integrata fino a una distanza inferiore a 4 cm. Le stampanti di ultima generazione sono predisposte per stabilire una comunicazione diretta tra dispositivi collocati a distanza ravvicinata. Avrai a che fare con uno scambio di dati sicuro, rapido e diretto tra il tuo telefonino e la stampante, a patto che entrambi gli apparecchi siano dotati di tecnologia a corto raggio NFC.

Immagina quale vantaggio ne trarresti nel caso in cui, per esempio, ti servisse urgentemente la stampa della carta d'imbarco. Scegliendo una stampante dotata di funzionalità NFC, non rischieresti più di perdere il volo. Quel che dovrai fare è così semplice che la stampa in Wi-Fi Direct ti sembrerà obsoleta. In effetti ti basterà selezionare sul telefonino il contenuto da stampare e sfiorare l'icona NFC della stampante, che avvierà il processo di stampa in un amen. Per verificare se il tuo dispositivo mobile supporta la tecnologia NFC, in genere è sufficiente accedere alle impostazioni e alla sezione Wireless e Reti.

Stampare in docking station


Le stampanti più innovative e futuribili si spingono persino oltre la connettività a corto raggio NFC. Sarà possibile stampare da smartphone con un semplice tocco o un comando vocale e senza l'intermediazione della connessione Wi-Fi o di una stampante virtuale che faccia da ponte. Non mancano i primi modelli provvisti di comoda e pratica docking stantion a cui collegare il telefonino. Si tratta di una postazione di espansione in cui potrai posizionare il tuo device mobile per la ricarica e la stampa diretta (magari ricorrendo al comando vocale).

Le stampanti dal design avveniristico munite di docking station sono veri e propri complementi d'arredo in grado di operare silenziosamente, senza sforzo e in tempi rapidi. Se poi sei un amante della fotografia, potresti orientarti verso una stampante fotografica portatile, anch'essa dotata di docking station che funge da base di ricarica per il telefonino. Insomma si va sempre più decisamente verso una stampa da smartphone che sia diretta, rapida e di ottima qualità. Almeno fino a quando non inventeranno le stampanti tascabili, così compatte da occupare lo spazio di un telefonino...