Perche i colori stampati sono diversi da quelli visualizzati sul monitor?

lunedì 10 giugno 2019

Ci saranno sempre differenze, in quanto i due dispositivi (monitor e stampante) adottano tecnologie diverse per rappresentare i colori.

Né la stampante né il monitor hanno la capacità di riprodurre tutti i colori visibili dall'occhio. Ciascun dispositivo è limitato a una determinata gamma di colori. Inoltre la stampante non può riprodurre tutti i colori visualizzati dal monitor e viceversa.

Il monitor (RGB) è in grado di mostrare colori molto vividi come rossi o blu molto intensi, a sua volta la stampante (CMYK) non può facilmente riprodurre tali colori. Similmente vi sono alcuni colori, come i gialli, che possono essere stampati ma non possono venire visualizzati con pari accuratezza dal monitor. Queste differenze sono spesso il motivo principale per cui i colori stampati non corrispondono ai colori visualizzati sullo schermo.

RGB e CMYK

È praticamente impossibile riprodurre esattamente con la stampa i colori visualizzati da un monitor, perché i due sistemi adottano modelli colore completamente diversi.

Stampante

ll toner NERO (toner K) viene aggiunto al processo CMYK perché, sebbene in teoria il nero sia una combinazione dei colori ciano (C), magenta (M) e giallo (Y), il risultato finale della loro combinazione non dà in effetti un nero 'puro'.

Esempi

Come potete costatare dalle immagini qui sopra:

Giallo: per creare il colore giallo il monitor deve visualizzare insieme i colori rosso e verde, mentre la stampante utilizza unicamente il toner giallo.

Rosso: il monitor può emettere semplicemente una luce rossa per visualizzare questo colore, mentre la stampante deve combinare i toner magenta e giallo.

Bianco: per creare il bianco il monitor devono visualizzare contemporaneamente i colori rosso + verde + blu. Viceversa la stampante non utilizza alcun toner, perché generalmente la carta su cui stampate è già bianca.

Nero: la stampante può creare il nero combinando i toner ciano + magenta + giallo, oppure può utilizzare solamene il toner nero (K). Per produrre il nero, il monitor azzera tutti i valori RGB (rosso, verde, blu). I modelli colore RGB si basano infatti sul processo additivo dei colori base (rosso verde e blu) per creare tutti gli altri colori.

Per assicurarvi di aver selezionato le impostazioni corrette per l'applicazione da cui state stampando, controllate le impostazioni del driver di stampa.
Il documento e il supporto di stampa influiscono sui colori stampati.

Potete anche regolare luminosità, contrasto e bilanciamento del colore dalla tab Image Settings (impostazioni dell'immagine).

Se non foste soddisfatti dei risultati di stampa potete scaricare i profili ICM inclusi nel driver (dal CD o dal sito web) per inserirli nel 'graphics package' che state utilizzando.